Carta del mese di Giugno

Carte degli Elfi

Wizen

«Ho spruzzato il cielo di nuvole scure per farti alzare lo sguardo a cercare il Sole...»


Significato letterale del nome: Rugoso, raggrinzito


Messaggio
«Ho sentito la tua voce giungere nel mio silenzio e ho ascoltato le parole che trasportava con sé...
Quelle parole chiedevano un dono di luce per calmare l'angoscia del cuore, per calmare il grido delle tue paure che risuona fin nel Cuore della Terra... La paura arresta il battito del cuore degli uomini creando l'illusione di un grande buio in cui è visibile... il nulla. Ma tale oscurità non è che l'ombra proiettata dalla luce. Essa inganna il tuo cuore e arresta il cammino che la tua anima sta facendo. Ma una nuvola dinanzi al Sole è destinata a dissolversi, così le tue paure. Non lottare contro di esse, poiché sono lì affinchè tu possa imparare. Esse sono le “occasioni” che la tua anima si è riservata per spogliarsi di abiti stretti che
da troppo tempo si porta dietro e per rendersi cosciente, poco a poco, della Luce che la pervade perchè,
libera infine, possa raggiungere la sua meta.»

Suggerimento
«Molti dei nostri atteggiamenti provengono da stati d'animo che nascondono, a volte abilmente, paure di vario genere. Le paure sono spesso molto astute nel mascherarsi e non è facile riconoscerle, perchè esse si nutrono nell'illusione del buio in cui si smarrisce la nostra sicurezza. E' per difendersi che la mente crea comportamenti di reazione a quelle paure, ma esse rimangono imprigionate in qualche parte di noi ed è all'improvviso che balzano fuori, lasciandoci senza respiro. Molti “coraggiosi” pensano di poterle sconfiggere sostituendole con un comportamento aggressivo nei confronti degli altri e di se stessi.
Alcuni invece si chiudono in se stessi per lasciare il mondo esterno “fuori dalla porta”. Raramente però ci chiediamo perchè abbiamo subíto quel trauma e come mai non siamo stati capaci di affrontare prontamente quella particolare situazione. La maggior parte delle volte “conserviamo” il trauma subíto per rimandare il più possibile il momento in cui ci troveremo di fronte a un aspetto di noi stessi che rifiutiamo e che, da un passato molto lontano, ci chiama per portare la nostra coscienza a un grado superiore. Il buio si sostituisce con la Luce, non è “chiudendo gli occhi” che esso scompare... Le tue paure non sono i tuoi nemici, ma soltanto luoghi dell'anima in cui... non arriva per bene la Luce.
La Luce di cui hai bisogno e che puoi portare nei recessi più profondi della tua anima, credendo nel potere di quella Luce, nella sua capacità di far risplendere il tuo corpo, il tuo cuore, la tua mente.
Confidando nel fatto che poco a poco essa dissolverà le nuvole che oscurano il Sole e che gettano ombre sul tuo cammino.»


Immagini e testi tratti da: 

Tiziana Mattera - “Le Carte degli Elfi” - Ed. Il Punto d'Incontro - 2010