Carta del mese di Novembre

Tarocchi Zen di Osho

Il Maestro


«Non appena incontri un buddha, un illuminato, un'enorme fiamma improvvisamente inizia a sbocciare in te. “Se questa bellezza, questa grazia, questa saggezza, questa beatitudine può accadere a un uomo, allora perchè non può accadere a me?” Se riesci a trovare un Maestro simile, sei benedetto. Se non ci riesci, continua a cercare. Impara dagli insegnanti, e dai cosiddetti maestri, e procedi.»


«Il Maestro non è altro che una sfida: “Se è accaduto a me, può accadere anche a te”. E il Maestro autentico non è interessato alle parole, non è interessato alla fede, non è interessato nemmeno a dio, al paradiso e all'inferno. Il Maestro autentico è interessato unicamente a una cosa: a provocarti per farti vedere il tuo potenziale, per farti guardare dentro di te. La sua presenza ti rende silenzioso, il suo essere lentamente inizia a sciogliere le tue falsità, la tua maschera, la tua personalità. La funzione del Maestro è darti un assaggio di insicurezza, un assaggio dell'apertura mentale. E una volta che hai conosciuto quell'apertura, quell'insicurezza... sono gli ingredienti base della libertà: senza di essi non puoi spiegare le ali e volare nel cielo dell'infinito.

E' assolutamente essenziale evitare gli insegnanti: sono falsi maestri. E' difficile, perchè entrambi usano lo stesso linguaggio. Per questo non devi ascoltare le parole, devi ascoltare il cuore. Non devi dare retta alle loro dottrine, alla loro logica, alle loro argomentazioni; devi cogliere la loro grazia, la loro bellezza, i loro occhi. Devi percepire e sentire l'aura che circonda il Maestro che, simile a una brezza, ti tocca. Trovare un Maestro è facile, se sei disponibile non soltanto alle parole ma anche ai silenzi; non soltanto alle parole perchè la verità non è nelle parole ma fra le parole, fra le righe, negli spazi di silenzio. Se stai cercando un Maestro, non avere alcun parametro, nessun pregiudizio. Sii completamente disponibile. In questo modo, quando incontri un Maestro sarai in grado di sentire la sua energia. Egli ha intorno a sé un intero universo di energia: la sua esperienza si diffonde tutt'intorno a lui. Se sei aperto e non hai paura di assaggiare qualcosa di autentico, non è difficile trovare un Maestro.

Il Maestro è il tuo futuro: lui è diventato ciò che tu puoi diventare. Il Maestro non è altro che il tuo schiuderti: tu sei un seme, lui è un fiore. Lascia che per te sia un invito, l'invito a una sorgente interiore, l'invito a un fiore interiore. La possibilità esiste e, a meno che la possibilità non diventi una realtà, non ti sentirai mai soddisfatto. A meno che una persona non diventi dio, non c'è benedizione, non c'è beatitudine. Ogni persona ha la potenzialità di diventare dio, e l'intera vita è un operare per trasformare la potenzialità in realtà.»


Immagini e testi tratti da: 

Osho - “I Tarocchi nello spirito dello Zen” - Edizioni Lo Scarabeo - 2011