Carta del mese di Gennaio

Tarocchi Zen di Osho

L'Esistenza


«In ultima analisi il nostro senso di separazione è solo un'illusione fabbricata dalle piccole preoccupazioni della mente. Ora è tempo di guardare se permetti a te stesso di ricevere lo straordinario dono di sentirti “a casa”, ovunque ti trovi. Se è così, assicurati di concederti tempo per assaporarlo, in modo che possa sedimentare in te ancor più profondamente e accompagnarti sempre. Se invece hai la sensazione che il mondo esiste per sopraffarti, è tempo di fare una pausa.
Questa notte esci, e guarda le stelle...»


«Vivi totalmente, vivi intensamente; infatti, più vivi in profondità, più sei in contatto con l'esistenza. Sei nato da essa. In ogni momento ti rinnovi, ti rigeneri, risorgi grazie a ogni respiro, a ogni battito del tuo cuore. L'esistenza si prende cura di te. Quando inizi a osservare il tuo respiro, noti un grande fenomeno: tramite il respiro sei costantemente collegato all'esistenza. Senza interruzione – non ci sono giorni di vacanza: che tu sia sveglio o addormentato, l'esistenza continua a riversare in te la vita e ad eliminare tutto ciò che è morto.

Quando dico: “L'esistenza si prende cura”, non sto filosofeggiando. La filosofia in gran parte è fatta di nonsenso; io sto parlando di semplici fatti. E se ne diventi consciamente consapevole, questa comprensione creerà dentro di te una grande fiducia. Il mio dire: “L'esistenza si prende cura” serve a stimolare una consapevolezza che può far nascere la bellezza della fiducia. L'esistenza basta a se stessa. Fai un'indagine nella tua relazione con l'esistenza e da quella ricerca nascerà la fiducia – non il credere, non la fede. La fiducia possiede bellezza perchè nasce dalla tua esperienza. La fiducia ti aiuterà a rilassarti perchè l'intera esistenza si prende cura di te – non c'è bisogno di preoccuparsi e di angustiarsi.

L'intera esistenza è colma di gioia, devi soltanto aprire la finestra. L'oscurità nella quale ti trovi è soltanto una tua creazione, altrimenti non sei un estraneo per te stesso, non sei un estraneo per gli alberi, per i fiumi, per le montagne: è la nostra esistenza, ne facciamo parte. Il battito del nostro cuore fa parte del battito del cuore universale, e non è un universo morto: è un universo immensamente intelligente, conscio, sensibile e divino in ogni sua dimensione. Ma devi imparare a partecipare alla danza. Partecipa alle piccole gioie della vita, e l'esistenza ti dischiuderà i suoi incredibili tesori. Contiene ricchezze immense, ma è necessario che sia tu a esplorarle. La vita ti lancia delle sfide, poiché è parte della comprensione il fatto che godrai maggiormente ciò che scopri dopo aver affrontato difficoltà enormi. Ciò che è estremamente arduo e difficoltoso ti dona alla fine una gioia immensa; ciò che è ovvio ed è liberamente disponibile non ti darà alcuna gioia.»


Immagini e testi tratti da: 

Osho - “I Tarocchi nello spirito dello Zen” - Edizioni Lo Scarabeo - 2011